La potenza del 5G

Le caratteristiche salienti del 5G riguardano: - la velocità di connessione - l’intervallo tra l’invio del segnale e la sua ricezione (latenza) - il numero di dispositivi connessi simultaneamente (densità) Consentendoci di navigare a una velocità di gran lunga superiore rispetto ad altre tecnologie, il 5G nel nostro paese raggiunge una velocità media di 1,4 Gigabit al secondo, con punte che possono arrivare a 2 Gigabit al secondo. Dati che tenderanno comunque a crescere. Comprimendo i tempi tra invio e ricezione del segnale, il 5G rende possibile molteplici servizi in tempo reale, dalla guida autonoma dei veicoli fino alla telemedicina, e dunque anche per la videosorveglianza avvisandoci in tempo reale cosa sta succedendo nei luoghi che vogliamo preservare.  Prima tra tutti il bene pubblico delle nostre città. Le telecamere ultra HD sono capaci di registrare immagini ad altissima definizione   e la banda messa a disposizione dalla tecnologia 5G consente il controllo e la gestione in tempo reale da remoto delle telecamere, oltre all’applicazione di sistemi di visione artificiale avanzati. Il 5G è capace di trasmetterle in tempo reale gli avvisi tra più operatori della pubblica sicurezza, garantendo in questo modo una totale copertura del territorio, dunque una protezione maggiore. I vantaggi per la pubblica sicurezza dei cittadini sono innumerevoli anche ad esempio durante eventi cittadini da monitorare oppure in caso di situazioni critiche – laddove, invece, la copertura di rete delle telecamere di videosorveglianza urbana esistente è insufficiente. Tutto il sistema pubblico può essere aiutato a gestire il proprio patrimonio grazie ai nuovi strumenti di videosorveglianza. Si pensi alla loro facilità di installazione in occasione di eventi temporanei o alla preziosità di cura di quelle aree come ad esempio siti archeologici, musei e strutture dal valore storico-artistico.

Big data e videosorveglianza

La digitalizzazione dei sistemi di videosorveglianza permette oggi una rilevazione attiva e intelligente, capace di elaborare velocemente grandissime moli di informazioni. I più moderni algoritmi di analisi dell'immagine, unitamente a sistemi di rilevazione auto-apprendenti, interpretano anche scene particolarmente complesse, valutando le dimensioni e le velocità di un oggetto, identificando tipi di oggetto diversi e relativo comportamento. Le differenti situazioni vengono riconosciute in modalità automatica, avvisando i responsabili della sicurezza solo quando è veramente necessario. Il modello di riferimento per le organizzazioni sono le video analisi in cloud, che consentono di svincolare i benefici del servizio dalla gestione delle infrastrutture di supporto necessarie. Le reti mobili di quinta generazione raggiungono una velocità di navigazione pari a 10 GB/s, con velocità di download che potrà raggiungere i 3 Gigabit al secondo, e livelli di capacità trasmissiva fino a 10 volte superiore alle attuali reti 4G. Dal punto di vista dell'infrastruttura, la caratteristica principale del 5G è la cosiddetta densificazione delle antenne radio-mobili. Il numero di antenne, tutte interamente collegate in fibra, è di molto superiore a quello delle reti tradizionali, il che rende il 5G in qualche modo simile ad una grande rete Wi-Fi, le cui prestazioni raggiungono livelli di gran lunga più elevati rispetto a quelli del 3G e del 4G al punto da essere assimilabili a quelle delle reti fisse. Con il 5G, dunque, la larghezza di banda e la velocità della trasmissione dati mobile aumenteranno in modo esponenziale, aprendo nuove possibilità applicative e nuovi servizi. Trasmettere informazioni in tempo reale sarà semplice grazie all'abbattimento dei tempi di reazione che passeranno dai 25-35 millisecondi attuali a pochi millisecondi. La tecnologia permette di creare soluzioni di videosorveglianza in mobilità che integrano dati e immagini da stazioni terrestri (come, ad esempio, le telecamere poste agli angoli delle strade o nei luoghi di maggior afflusso delle persone), stazioni marine (encoder sulle barche) e stazioni aeree (telecamere e altri sistemi di rilevamento del movimento montati su droni di ultima generazione).

La sicurezza pubblica

La sicurezza pubblica è certamente il settore che può maggiormente trarre beneficio dalla disponibilità del 5G a supporto dei cittadini e delle forze dell’ordine. Le vecchie tecnologie potranno essere rimpiazzate dalle prestazioni della Rete 5G che sarà in grado di garantire la stessa affidabilità e sicurezza, offrendo in più una maggiore pervasività e una notevole efficienza ed economie di scala. Inoltre, le tecnologie 5G congiuntamente a quelle di Intelligenza Artificiale, stanno già rivoluzionando i sistemi di sicurezza permettendo la realizzazione di una videosorveglianza Real Time, grazie all’invio in streaming di immagini ad altissima qualità al Cloud dove possono essere analizzate immediatamente da algoritmi di image recognition. L’attuazione di scenari di pubblica sicurezza avrà una forte ricaduta positiva per i cittadini, che potranno disporre di spazi e luoghi più sicuri.  Ci si attende in futuro un significativo incremento della sicurezza pubblica con una riduzione di episodi criminali grazie agli effetti deterrenti delle applicazioni di videosorveglianza. Rispetto ai servizi disponibili su rete 4.5G, con il 5G, sarà possibile supportare anche i video ad altissima risoluzione in 8K e ridurre le latenze a beneficio del real time.

New call-to-action

Potrebbe interessarti anche: