Le aziende sempre più spesso si spostano verso architetture cloud più complesse, come il multicloud, per rispondere alle esigenze di essere sempre più veloci ed efficaci nel time to market. È per intercettare questo need del mercato che TIM Business sposta in avanti i paradigmi di flessibilità con un’offerta autenticamente multicloud.

L’offerta multicloud di TIM Business permette, infatti, di combinare la componente on-premise presso la sede del cliente non solo con i servizi private cloud di TIM, ma anche con quelli delle principali piattaforme di public cloud OTT (Over The Top) come Microsoft Azure, Amazon Web Services (AWS) e, prossimamente, Google Cloud Platform.

Multicloud TIM: un’unica governance

L’aspetto differenziante di questa offerta è la possibilità di combinare più servizi di differenti cloud service provider, porli sotto un’unica governance e gestirli, indipendentemente da dove si trovino, attraverso un’unica Cloud Management Platform (CMP): di fatto un portale da cui monitorare l’architettura nella sua totalità. I servizi erogati spaziano dalla digital transformation alla gestione completa dei workload. Attraverso la CMP è possibile non solo tenere costantemente sotto controllo i costi correlati all’intera architettura cloud, ma anche effettuare un continuo “tuning”, ottimizzando prestazioni e costi ed evitando rischi di “lock-in” con uno specifico cloud service provider che riducano le possibilità di scelta di un’azienda.

On-boarding e cloud brokering

TIM permette di accedere ai vantaggi del multicloud in due modalità. La prima (on-boarding) prevede che TIM prenda in carico l’intera infrastruttura dell’azienda cliente residente su piattaforme public cloud OTT e on-premise, affidando il design dell’architettura ai suoi system architect.

Per il cliente viene creata un’utenza sulla console unica di gestione servizi da cui richiedere assistenza e ulteriori Managed Services. In questa modalità, l’infrastruttura dell’azienda viene monitorata, gestita e resa sicura allo stesso modo dell’infrastruttura di TIM e al cliente viene fatturata esclusivamente la componente di Managed Services e di IaaS TIM.

Un’altra opzione (cloud brokering) prevede che l’intero design dell’architettura su tutte le piattaforme cloud sia progettato dai System Architect di TIM, modulando la componente Managed Services grazie a un vasto catalogo di servizi.

In questo caso è TIM che eroga le soluzioni multicloud (on-premise e su cloud TIM, Azure o AWS). Al cliente viene messa a disposizione un’unica console in cloud da cui gestire, monitorare, richiedere assistenza e operare in self-provisioning (entro determinati limiti). In questo caso, tutti i componenti dell’architettura cloud (fatta eccezione per la componente IaaS on-premise) sono fatturati direttamente da TIM.

Multicloud SaaS Microsoft CSP

Microsoft CSP (Cloud Solution Provider) è l’offerta con cui TIM propone in modalità Managed Services le applicazioni Cloud di Microsoft, fornendo un servizio completo di outsourcing applicativo insieme ai servizi infrastrutturali Azure.

Le licenze inserite nel programma CSP rientrano nelle seguenti famiglie di prodotto:

  • Office 365,
  • Exchange Online,
  • SharePoint Online,
  • Skype for Business Online,
  • Microsoft 365,
  • Dynamics 365,
  • Enterprise Mobility + Security,
  • Visio,
  • Power BI,
  • Project Online.

Tra le offerte disponibili, Multicloud SaaS Microsoft CSP è la soluzione gestita interamente dalla control room di TIM con personale interno e senza contributi esterni, indirizzata ad aziende con un numero di licenze superiore a 300.

Nell’offerta Multicloud SaaS Microsoft CSP sono previsti servizi erogati da personale TIM certificato Microsoft in grado di garantire la configurazione e la gestione del tenant Microsoft.

I servizi di assistenza inseriti nel catalogo dell’offerta si dividono in tre categorie.

  1. Assistenza Base.

È il servizio di assistenza gratuito incluso in tutte le licenze acquistate dal cliente TIM, che garantisce un supporto online per richieste quali: gestione della sottoscrizione; attivazione tenant cliente; informazioni sulle licenze; istruzioni sulle configurazioni degli utenti, del software e del servizio; gestione dei fault di piattaforma; raccolta di eventuali richieste di problematiche da inoltrare a Microsoft. Nel servizio di assistenza Base non sono previste attività tecniche sulla console del cliente.

  1. Assistenza Premium.

È il servizio opzionale a pagamento per attività di assistenza tecnica continuativa in relazione a: supporto online post-deployment per richieste di variazioni, modifiche, installazione e configurazione; gestione utenti; gestione e configurazione dei servizi applicativi.

  1. Servizi Professionali aggiuntivi.

Sono servizi opzionali a pagamento per attività di configurazione “one-shot” sul tenant Microsoft del cliente TIM. Interessano aspetti quali la configurazione degli utenti e l’assegnazione di licenze Microsoft, la configurazione di DNS e applicazioni, l’integrazione Active Directory e il single Sign-On.

 

Contatta esperto di soluzioni Cloud