Marketing Analytics

Diceva una famosa campagna pubblicitaria che la potenza è nulla senza controllo. Uno slogan che ben si adatta non solo a dei pneumatici, ma in generale anche al Digital Marketing, dove la creatività e gli investimenti sono niente senza misurazione. D’altronde è con questo che devono fare i conti sia le piccole che le medie imprese, quando devono impostare le loro strategie di vendita. Perché una pubblicità brillante, una promo accattivante, un’attività originale di fidelizzazione del cliente potranno dirsi vincenti solo quando sono i numeri, i data analytics, a dimostrarlo.

Misurare e quantificare i risultati sono aspetti fondamentali per capire quali programmi di marketing stanno avendo successo e cosa invece non sta funzionando.

Misurare non è semplice

Quali dati analizzare e come interpretarli? Come trovare le informazioni necessarie a raggiungere il nostro obiettivo di vendita? Se guardiamo solo i numeri che ci arrivano dai social media, avremo una visione parziale.

Perché non prendere in considerazione, per esempio, anche un determinato tipo di transazioni effettuate nel punto vendita online? Ma se ampliamo troppo l’orizzonte, il rischio è ritrovarsi con una quantità eccessiva di informazioni, che sarà poi difficile gestire nell’ottica della nostra pianificazione.

Immagazzinare una grande quantità di dati, senza sapere come interpretarli e, soprattutto, quali sono davvero importanti per la nostra attività, può essere controproducente e, in sostanza, rischia di diventare una gran perdita di tempo. Per avere una strategia efficace occorre una capacità analitica adeguata, che non tutti possono sviluppare senza l’aiuto di strumenti specifici.

 

Leggere i dati

Oggi accedere ai dati, anche in tempo reale, non è mai stato così semplice per i professionisti che ne hanno bisogno. Il problema, semmai, è che le informazioni a disposizione sono troppe.

Per non perdere la bussola in una marea di numeri, esistono strumenti e processi che ci vengono in soccorso nella loro raccolta e analisi: i Marketing Analytics. Studiando le attività dei vari canali adottati in un periodo di tempo definito, i Marketing Analytics ci aiutano a individuare e interpretare i dati che ci servono veramente, inserendoli in un contesto più generale. In questo modo si otterrà un quadro specifico dell’efficacia delle azioni svolte, riuscendo così a pianificare adeguatamente gli interventi successivi e a ottimizzare i processi.

In particolare, grazie ai Marketing Analytics, si avrà una fotografia della situazione attuale e delle sue possibili evoluzioni future, per capire se le nostre risorse sono state posizionate bene o occorre cambiar rotta, investendo magari su altre operazioni. L’utilizzo dei Marketing Analytics diventa veramente efficace se l’analisi tiene in considerazione non solo il presente, ma anche quello che è successo nel passato recente e cosa prevediamo possa succedere in quello futuro.

 

Scegliere la piattaforma

Per padroneggiare la mole gigantesca di dati che potrebbe pioverci addosso, occorre scegliere il tool di analytics che meglio risponde alle nostre esigenze, in modo da integrare le fonti necessarie a conoscere i nostri clienti, i loro interessi e comportamenti.

Sulla rete se ne possono trovare molti, con diverse caratteristiche di analisi e prestazioni, ma se vogliamo affidarci a un servizio cloud  quello che conviene valutare al momento della scelta è che sia:

  • Flessibile e dinamico, per poter di volta in volta adattarsi a nuovi sviluppi di mercato
  • Facile da usare, perché deve essere una preziosa risorsa e non una fatica in più da gestire
  • Affidabile, affinché tutti i dati che vengono elaborati siano sempre sicuri e protetti

Poi sarà compito del nostro Responsabile Marketing definire gli obiettivi e inventarsi nuove offerte per la sua clientela, ma lo farà sapendo di contare su uno strumento che è in grado di illuminargli il percorso.

      New call-to-action