L’incidenza degli apparati IoT (Internet of Things) come volàno della Smart Factory investe diversi asset aziendali e settori economici. In particolare, uno degli ambiti di applicazione che si sta dimostrando maggiormente interessato dai sistemi di connessione M2M (Machine to Machine) abilitati tramite apposite Sim di traffico dati, è quello della manutenzione predittiva e della gestione da remoto. Tanto che un recente report di Gartner dal titolo Predictive Maintenance drives IoT in Manufacturing Operations dimostra come la manutenzione predittiva sia diventata uno dei principali vantaggi dell’IoT che ne guida l’adozione soprattutto nel manifatturiero. In realtà, conoscere in anticipo il comportamento di macchinari, impianti e reti si presta a precorrere l’insorgenza dei problemi in qualsiasi processo e settore d’impresa, e non soltanto nel manifatturiero, scongiurando sia il fermo macchina sia l’interruzione imprevista di servizi. In più, con la possibilità di un monitoraggio da remoto, si abbatte anche il vincolo della prossimità per il controllo del funzionamento di apparecchiature e processi.

Dalla manutenzione tradizionale a quella predittiva

La vera rivoluzione che l’IoT porta nel campo della manutenzione è lo spostamento dell’asse da un paradigma in cui gli interventi manutentivi seguono un protocollo periodico preconfezionato oppure sono necessari dopo che il guasto o il malfunzionamento sono avvenuti, a una modalità di rilevazione che ne individua con altissima probabilità l’eventuale comparsa. Questo è possibile in virtù di sensori collegati in rete che, grazie alle Sim M2M, diventano “smart”, cioè in grado di comunicare in maniera bidirezionale. Tutti i dati rilevati dai dispositivi IoT confluiscono così in piattaforme basate su algoritmi di intelligenza artificiale capaci di estrapolare informazioni qualificate e insights dal loro flusso. I parametri degli impianti monitorabili possono essere di qualunque natura (percentuale di vibrazione, temperatura, livelli dell’olio, acustica, tensione e corrente dei motori ecc.) e servono a intercettare in tempo reale fenomeni di corrosione o anomalie la cui correzione immediata riesce a evitare il fermo macchina.

IoT e Sim M2M per l’efficientamento energetico di privati e aziende

Il duplice beneficio che si ottiene con la predictive maintenance ha ricadute sulla riduzione dei costi di manutenzione in senso stretto e sul calo di inefficienza derivante dagli arresti di produzione. C’è, poi, un’ulteriore fonte di risparmio che le Sim M2M applicate ai circuiti IoT introducono nelle organizzazioni aziendali e riguarda la misurazione dei consumi energetici. A differenza dei contatori tradizionali che si limitano a registrare i consumi in maniera aggregata e che necessitano, inoltre, di una lettura in prossimità dell’impianto, le Sim M2M sono all’origine dei sistemi di smart metering. La loro diffusione tra i privati ha contribuito a migliorare la conoscenza sui consumi effettivi di acqua, gas ed elettricità in ambito domestico, mentre a livello industriale ha innescato percorsi di efficientamento e riduzione delle emissioni, nonché una visibilità organica della correlazione tra fabbisogni energetici ed esigenze manutentive generali. Per questo comparti quali il petrolchimico, i trasporti ferroviari e quelli aerei si sono dimostrati molto ricettivi nell’implementare architetture IoT che hanno inciso nell’abbattere costi e ottimizzare processi ritenuti core.

Predictive maintenance e gestione da remoto anche per le PMI

Ciò non significa che altri settori, come quello delle macchine utensili o appartenenti al primario, agroalimentare in testa, non stiano sperimentando soluzioni in cui sensoristica IoT e Sim M2M imprimono una profonda e positiva trasformazione al business. La supervisione dei consumi energetici con l’IoT è illuminante per comprendere la dinamica della gestione da remoto come leva di innovazione per i processi aziendali. Una gestione che, nonostante gli esempi riportati sopra si riferiscano a imprese di grandi dimensioni, come quelle che appartengono al petrolchimico e ai trasporti, oggi è a disposizione di qualsiasi azienda, PMI comprese. E questo grazie all’offerta di Software as a Service in cloud che permettono di effettuare manutenzione predittiva e monitoraggio a distanza a favore di qualsiasi organizzazione che utilizzi Sim M2M integrate nei proprio cicli produttivi. Una ragione in più per non rimandare l’ammodernamento del proprio approccio alla manutenzione di macchinari e sistemi.

iot smart factory