IoT e Data Center: insieme sembrano essere la nuova promessa per il futuro dei dati. Viviamo una sorta di rivoluzione tecnologica che dichiara di portare nuovi livelli di prosperità e convenienza alle persone di tutto il mondo. La creazione di reti wireless e in fibra ottica 5G creerà con molta probabilità nuovi posti di lavoro e nuovi modelli di business, consentendo il trasporto dell’ondata pazzesca di dati provenienti dall'adozione di sensori IoT (Internet of Things), telefoni abilitati per il 5G e nuovi device per le città intelligenti. L'Intelligenza Artificiale (IA) verrà distribuita in innumerevoli applicazioni e posizioni di internet delle cose per instradare selettivamente il traffico di dati, fornire interfacce voice e ottimizzare il consumo di energia.

Aumentano programmi software open source che funzionano su piattaforme hardware aperte per fornire edge computing, cloud computing, applicazioni Internet of Things e Intelligenza Artificiale.

L’Internet of Things è in continua evoluzione. Una quantità sempre crescente di dispositivi di ogni genere si connette alla rete per scambiare informazioni. Non solo PC e smartphone, ma anche sveglie, frigoriferi, orologi, scarpe, sciarpe e tantissimi altri oggetti, hanno oramai acquisito un grado di intelligenza superiore, grazie alla loro capacità di connettersi a Internet e comunicare con altri dispositivi.

Questa crescita continua dell’ IoT, si ripercuote sull’evoluzione e su l’ampliamento dei data center , luoghi ove vengono registrate e mantenute ogni genere di informazione che circola in rete. Secondo un recente rapporto della società di ricerche di mercato IDC , nei prossimi quattro anni il mondo dell’Internet of Things avrà bisogno di oltre il 750 per cento in più di capacità in termini di storage. Un incremento considerevole che porterà implicazioni non soltanto per i data center, ma anche per tutte le attività collaterali, come aziende produttrici di server, rack, software per la gestione e ancora fornitori di infrastrutture di raffreddamento, agenzie immobiliari e così via.

 

Produzione di dati e IoT

L'Internet of Things produce una infinita quantità di dati e sta iniziando a cambiare il settore dei data center. Molte più persone stanno scoprendo l’utilità di acquistare pacchetti di gestione dei dati per uso personale. Queste nuove esigenze  di utilizzo e gestione dei dati, modificano l’assetto dei data center che dovranno prepararsi a grandi cambiamenti. La sicurezza e la privacy saranno sicuramente una necessità importante e cruciale. La convergenza delle esigenze di utilizzo e gestione dei dati richiederà una trasformazione a livello di settore che porterà i data center ad aggiornare costantemente le loro reti per la rivoluzione che porta con sé loT. Molti data center sono attrezzati solo per gestire le esigenze di larghezza di banda di livello medio, dovranno pertanto aumentare il numero di connessioni, solidificare le strategie di distribuzione del carico per fornire una migliore gestione dei dati in crescita considerevole per stare al passo con i dati prodotti in quantità e in velocità dall’IoT, in particolare l'IoT legato al 5G.

 

Nuove opportunità per i Data Center

In poche parole, l’IoT può creare l’opportunità per ottimizzare le operazioni strategiche nei data center aiutando a ottimizzare il flusso di dati del client, la sicurezza, i requisiti di archiviazione e le funzionalità di accesso.

La potenza derivante dagli strumenti IoT può anche fornire l'automazione del data center. Le attività di routine del data center come patching, monitoraggio, aggiornamento, pianificazione e configurazione possono essere gestite in remoto tramite dispositivi IoT attraverso algoritmi capaci di far diventare più flessibile la gestione del data center.

A molti clienti dei data center piace adottare un approccio pratico nella gestione dei propri server. In futuro, l'IoT potrebbe offrire al data center una maggiore flessibilità per passare al client, anche passando la gestione del server ai clienti stessi. I clienti potrebbero potenzialmente controllare i propri server, rivedere le previsioni di manutenzione e così via, sfruttando gli approfondimenti basati sull'IoT.

 

IoT Data Center per l'ecosostenibilità

L’IoT consentirà agli operatori di data center di gestire i server senza utilizzare una quantità eccessiva di energia. Queste innovazioni stanno anche aiutando i data center a ridurre la loro impronta di carbonio e diventare più rispettosi dell'ambiente.

È noto che l'industria dei data center utilizza un'enorme quantità di energia e l'IoT potrebbe aiutarla a diventare più sostenibile. Innovazioni come data center basati su AI, data center sottomarini e ora data center gestiti da IoT, dimostrano come l'IoT sta portando l'industria dei data center in futuro.

 

Edge Computing e IoT Data Center

La società di ricerca IDC riferisce che il 45 percento dei dati prodotti dall'IoT sarà archiviato, elaborato e analizzato mediante edge computing. La gestione dei dati ai margini potrebbe anche ottimizzare i flussi di lavoro del data center in quanto vi sarebbero meno dati (e dati migliori) che fluiscono verso il centro.

L'idea di un data center gestito dall'IoT è promettente per il settore. Avere il controllo delle attività quotidiane come patch, monitoraggio, aggiornamento e configurazione faciliterà i lavori degli operatori dei data center. L'IoT aiuterà anche i data center a diventare più rispettosi dell'ambiente. Il sempre crescente afflusso di dati dai dispositivi IoT richiederà ai data center di aggiungere maggiore sicurezza e robustezza. Edge computing potrebbe mitigare alcuni dei problemi di carico, sarà dunque l'IoT a richiedere sicuramente al settore dei data center di reinventarsi. Per tutti questi vantaggi, l'IoT modellerà senza dubbio il data center del futuro.

  infografica Housing vs Hosting