Nella sede che ha ospitato Expo 2015 a Milano si è tenuto dal 3 al 4 aprile un’interessante iniziativa rivolta al mondo dell’innovazione digitale: IOTHINGS. L’evento nasce dall’esperienza di M2M FORUM, creata nel 2002 da Innovability, che aveva riunito operatori italiani ed europei del mondo Machine-to-Machine e Internet of Things.  La manifestazione, innovativa anche nel format, ha proposto non solo conferenze e possibilità di esporre le proprie novità negli stand messi a disposizione, ma anche business meetings e networking. Per l’edizione 2019 è stato organizzato un IoT Valley Tour con visite tecniche alle eccellenze dell’Internet of Things sul territorio.

Le novità per l’edizione 2019 di Milano hanno visto dibattere i seguenti temi: CybersecurityGDPR e Data Monetization for IoT. Se IOTHINGS Milano lo scorso anno aveva attratto 2200 visitatori da 15 Paesi, con 196 speaker in 17 sessioni di conferenze e 123 sponsor, tra partner ed espositori; quest’anno ha avuto ancora più successo, grazie agli oltre 3000 partecipanti, tra cui 135 aziende suddivise tra sponsor, partner ed espositori, provenienti da 14 Paesi diversi.

Durante IOTHINGS Milano si sono svolte nella medesima location le nuove edizioni di ITALIA 5G, AI+BOTS World e BLOCKCHAIN Now. Una combinazione unica per essere informati sugli ultimi sviluppi delle diverse tecnologie più disruptive e all’avanguardia, e a supporto dello sviluppo dell’ecosistema IoT.

TIM e Olivetti, leader italiani nei servizi innovativi dedicati all’Internet of Things, hanno presentato le proprie soluzioni e offerte, tra cui quelle abilitate dalla tecnologia di ultima generazione NarrowBand Iot, gestite su rete 4.5G/5G dell’operatore Tlc.

 

Potrebbe interessarti anche: