Lo scorso marzo all’accensione della prima antenna 5G Matera si è affermata tra le prime aree al mondo coperte dalla nuova tecnologia.

La meravigliosa città lucana trarrà vantaggio dal 5G per promuovere le proprie attività turistiche, anche attraverso strumenti di realtà aumentata e virtuale.

TIM, Fastweb e Huawei, essendosi aggiudicate congiuntamente il bando di gara del MISE per la sperimentazione 5G in banda 3,7GHz nelle città di Matera e Bari, investiranno oltre 60 milioni di euro in 4 anni. Il focus dell’investimento è su servizi innovativi in settori cruciali quali la sanità, industria 4.0, il turismo, la cultura, l’automotive e la sicurezza pubblica. Verranno usati algoritmi innovativi su rete mobile di quinta generazione a vantaggio della public safety delle pubbliche amministrazioni

Il progetto coinvolge 52 partner di eccellenza e la sperimentazione metterà in campo oltre 70 use case. I primi casi d’uso sono già attivi dallo scorso giugno ed è stato raggiunto a fine 2018 il 75% di copertura della popolazione delle aree urbane delle due città. Entro la fine del 2019 è prevista la copertura completa.

A Matera, meritata capitale europea della cultura 2019, saranno in particolare esplorate le frontiere legate alla ricostruzione 3D di siti archeologici e musei, con visite virtuali ai Sassi, al Parco della Murgia Materana e alle numerose chiese presenti sul territorio.

Potrebbe interessarti anche:

25/01/2019
ARTICOLO

Le promesse del 5G