Google Cloud Next è il principale evento Google incentrato sulle tematiche relative all’impiego del cloud. Si tratta di un ciclo di eventi on line dedicati al mercato EMEA (Europe, Middle East and Africa).

Per iscriversi qui: LINK

A partire dal 29 settembre l’evento avrà la sua seconda edizione speciale, che durerà 5 settimane e si concluderà il 30 Ottobre. Ciascun incontro settimanale affronterà temi diversi, ma sempre relativi ad argomenti core legati al cloud.

 

Google Cloud Platform

Le piccole e medie imprese, le PMI, stanno adottando sempre più soluzioni cloud: lo scrive uno dei più recenti white paper realizzati da IDC . Anno dopo anno un numero crescente di porzioni dell’ecosistema tecnologico tipico delle PMI viene interessato dall’utilizzo del cloud. Mentre nel 2018 la maggioranza delle piccole e medie imprese preferiva soluzioni locali on premises, come modello predominante di implementazione, dal 2019 l'atteggiamento verso il cloud è notevolmente cambiato. Ora più che in passato, la rilevanza del cloud è chiaramente più evidente. Fornisce alle aziende strumenti per migliorare produttività e connettività per i dipendenti e quanto necessario per consentire alla vera trasformazione digitale. L’adozione delle piattaforme cloud in tal senso aiuta ad aumentare o spesso a sostituire la tradizionale architettura locale, diventando una realtà anche per le PMI.  Nel white paper, IDC ha condotto interviste approfondite a piccole e medie imprese, che utilizzano Google Cloud Platform, per comprenderne l'impatto sulle loro attività, sulle operazioni IT e sui costi. I clienti intervistati hanno raccontato come abbiano ottenuto un forte valore grazie al Google Cloud Platform, migliorando prestazioni, affidabilità e scalabilità richieste dal mercato. Sulla base di queste interviste, IDC ha identificato i vantaggi concreti e monetizzabili ottenuti attraverso:

- il potenziamento dei team di sviluppo delle applicazioni, grazie a una migliore agilità dell'infrastruttura, scalabilità, capacità di flessibilità e altre funzionalità integrate nella piattaforma;

-  la crescita del business grazie all’infrastruttura IT, che consente di indirizzare ed espandere le opportunità di guadagno;

- la massimizzazione del valore del tempo del personale IT, sfruttando l'automazione integrata

delle tecnologie e del supporto di Google;

- l’ottimizzazione dei costi dell'infrastruttura IT, tramite funzionalità della piattaforma come la scalabilità automatica e tecnologie all’avanguardia.

IDC sottolinea come le aziende che utilizzano Google Cloud Platform stiano ottenendo:

- un ritorno sull'investimento (ROI) del 222% in tre anni;

- un’efficienza dei team IT maggiore del 41%;

- una produttività degli sviluppi IT superiore del 19%;

- una riduzione dei costi dell'infrastruttura IT pari al 26%.

La ricerca di IDC mostra come le PMI, che abbiano sfruttato Google Cloud Platform, siano diventate più efficienti e abbiano ottenuto migliori risultati di business, indipendentemente dalla soluzione che avevano usato in precedenza. In breve, le aziende intervistate hanno potuto implementare lo stesso numero di funzionalità e applicazioni equivalenti a un team IT molto più ampio, ma con minore complessità e tempi decisamente più rapidi.

La partnership Google Cloud e TIM

Partita già nel 2019, la partnership tra Google e TIM  ha favorito lo sviluppo di sinergie importanti tra le strutture TIM e quelle Google Cloud utili alla creazione di nuovi servizi di cloud pubblico, privato e ibrido.  TIM e Google implementeranno iniziative congiunte di go-to-market per supportare le aziende italiane verso la vera trasformazione digitale necessaria allo sviluppo di ogni business moderno.

Con l’obiettivo di sviluppare nuovi prodotti e servizi all’avanguardia, le persone di TIM e Google Cloud collaborano già insieme per portare la vera innovazione digitale alle aziende italiane, che renderà ogni business crescente e sostenibile come l’esperienza del lock down ha ampiamente dimostrato. Gli investimenti previsti da TIM riguarderanno nuovi e moderni data center, lo sviluppo di nuove competenze in ambito cloud, tramite riqualificazioni e nuovi ingressi, che coinvolgeranno personale tecnico e  commerciale.  Google Cloud, d’altro canto, parteciperà con TIM all'apertura di nuove regioni Cloud, attraverso le quali i propri clienti in Italia potranno beneficiare di servizi e dati in cloud a bassa latenza e alte prestazioni.

Google Cloud Next 2020

TIM farà parte del gruppo esclusivo degli 8 partner, tra cui FCA, che vedrà la collaborazione e la condivisione di esperienze in materia di innovazione tecnologica riguardo il tema cloud computing. La sessione del 29 settembre è dedicata alle esperienze di cloud computing nel settore ICT. A seguire, ci saranno vari approfondimenti per ciascuna delle cinque settimane successive con panoramiche di settore di grande interesse per i business leader e gli IT leader. Si proseguirà poi con un focus sull’analisi dati, gestione e archiviazione e le possibilità aperte dall’intelligenza artificiale. L’ultima settimana sarà invece dedicata alle applicazioni per il business e la trasformazione digitale, che le tecnologie cloud sono in grado di favorire

Per le iscrizioni cliccare qui

smart-office