L’e-commerce è un fenomeno globale. Iniziato negli USA, oggi due delle sei maggiori società di commercio elettronico sono invece cinesi. Un white paper recente ci dice che nonostante l’e-commerce assomigli in termini di funzioni interne alle aziende tradizionali, in realtà si differenzia per diverse e interessanti ragioni:

 

  • Aumento del volume delle vendite via internet – I rivenditori tradizionali per ottenere ciò devono aumentare il numero di negozi fisici, nuove posizioni e/o più spazio sugli scaffali. I rivenditori di e-commerce devono solo aumentare il raggio d’azione per assicurarsi che siano noti a più clienti.

 

  • Uso della tecnologia – i rivenditori tradizionali lo utilizzano per aumentare i processi esistenti e renderli più efficienti, tipo i contatori self-checkout o i punti informazione. Un esempio estremo di e-commerce diventato negozio fisico è il concept store Amazon Go, ma lì non esistono contatori di cassa e la fatturazione è automatica. I rivenditori di e-commerce utilizzano la tecnologia per l’ordinazione, il pagamento, la realizzazione e persino le recensioni. Inoltre, alcuni dei prodotti stessi sono digitali.

 

  • Relazioni con i clienti – I rivenditori tradizionali mantengono relazioni attraverso rappresentanti personali. I rivenditori di e-commerce forniscono supporto anonimo tramite internet. I rivenditori con un negozio online attribuiscono una priorità più alta alle relazioni con i clienti, poiché le relazioni e la pubblicità negative hanno un potenziale maggiore per danneggiare i servizi offerti online.

 

  • Concorrenza – I rivenditori tradizionali di solito non affrontano molta concorrenza, specialmente nelle aree scarsamente popolate. Al contrario, l’e-commerce è un business competitivo, poiché attraverso i motori di ricerca accede al mercato globale. I rivenditori di e-commerce devono differenziarsi in modo molto più aggressivo rispetto a quelli tradizionali.

 

  • Base clienti – La maggior parte delle volte i rivenditori tradizionali sono limitati agli acquirenti locali. Di conseguenza, questi clienti sono solitamente leali, in parte grazie al rapporto personale coltivato in tali negozi. I clienti di e-commerce sono anonimi per il business e di solito non sentono una forte fedeltà al business.

 

  • Personalizzazione – La compravendita di beni e servizi non permette una grande personalizzazione nella vendita al dettaglio tradizionale, ma ne permette ben di più nei processi di vendita online.

 

  • Prezzi  il prezzo dei prodotti è solitamente statico nei rivenditori tradizionali, in particolare per gli articoli di uso quotidiano. Solitamente, l’unica causa principale della variazione dei prezzi è la stagionalità. I rivenditori di e-commerce hanno solitamente un’alta fluttuazione dei prezzi dei prodotti, con il conseguente maggiore utilizzo di una delle principali leve di marketing, la riduzione dei costi.

 

  • Adattamento alle tendenze del mercato – I rivenditori tradizionali di solito sono lenti a reagire ai cambiamenti del mercato a causa dell’enorme sforzo richiesto per apportare modifiche nei negozi fisici. I rivenditori di e-commerce rispondono più rapidamente alle mutevoli tendenze del mercato.

 

  • Servizi aggiuntivi offerti – Per invogliare i clienti, le aziende di e-commerce offrono spesso servizi aggiuntivi come la spedizione gratuita e gli aggiornamenti degli articoli in caso di mancanza di disponibilità degli articoli. Pochi esempi in tal senso sono forniti da rivenditori tradizionali.

 

I vantaggi nell’utilizzare un sito di e-commerce sono evidenti sia per le organizzazioni che per i consumatori. Per le organizzazioni si hanno una maggiore copertura e accesso ai clienti, nazionali e worldwide; costi ridotti, dalla supply chain (come l’inventario) al marketing; una maggiore personalizzazione di massa di prodotti e servizi.

 

I benefici per i consumatori risiedono nella maggiore selezione di prodotti e servizi, nell’accessibilità agli stessi 24 ore su 24 per 7 giorni su 7 attraverso un sito web superando il limite delle ore di apertura di un certo negozio. Maggiori informazioni a portata di mano e maggiore praticità, in particolare con la consegna a domicilio. Il futuro prossimo è super pronto per il commercio on line business to consumer.

 

Vuoi saperne ancora di più sull’e-commerce? Allora, ascolta il seguente podcast!