La comunicazione integrata d’impresa è definita come la somma di un insieme di strumenti di comunicazione e di flussi di informazione che ogni impresa sviluppa al suo interno e al suo esterno, in coerenza con il proprio brand aziendale e la propria corporate identity.

Con la comunicazione integrata d’impresa si gestiscono molteplici strumenti di comunicazione volti ad ottenere una serie di risultati tangibili. Un esempio è dato dalla comunicazione esterna per il posizionamento strategico, con aumento di notorietà del marchio e dell'impresa, ma anche dalla comunicazione interna per accrescere la motivazione dei dipendenti e la capacità di trasmettere in maniera efficace e positiva verso l'esterno informazioni da parte del personale dell’azienda. E il tutto facendo in modo che le diverse azioni siano tra loro coordinate, si supportino l'un l'altra e raggiungano gli obiettivi prefissati dall’impresa.

Il piano della comunicazione: lo strumento della comunicazione integrata d'impresa

Un piano della comunicazione definisce, descrive e pianifica pubblico, strategie, obiettivi, attività, scadenze della comunicazione di un’impresa. Costituisce la bussola con cui orientarsi e si prefigge l’obiettivo di ottenere una pianificazione dei messaggi e delle modalità di trasmissione e di circolazione delle informazioni, necessarie sia all’interno sia all’esterno dell’impresa.

La comunicazione, su queste basi, deve rispondere a particolari caratteristiche e, prima di ogni altra cosa, deve essere integrata in ogni suo aspetto oltre che essere coerente e coordinata. Il piano di una comunicazione integrata d’impresa è, di conseguenza, lo strumento che consente di programmare, gestire e monitorare le strategie e le azioni previste, finalizzate alla comunicazione e al raggiungimento di specifici obiettivi. Il piano è lo strumento che, sviluppato in ogni sua parte, permette all’impresa di definire le priorità e allocare e investire le risorse economiche in funzione degli strumenti necessari alla costruzione di una comunicazione integrata d’impresa funzionale ed efficace. La mission aziendale deve essere quella di trasferire, con nuovi mezzi, la comunicazione d’impresa all’interno e all’esterno dell’impresa.

La comunicazione interna e il livello di employee engagement

Una buona comunicazione interna deve essere concepita come l’elemento fondante della struttura organizzativa di un’impresa che pretende di essere competitiva sul mercato, applicando un buon piano di comunicazione integrata d’impresa. Senza questo livello di comunicazione è possibile che le parti di un sistema organizzativo possano non funzionare: la comunicazione interna si propone come espressione, veicolo e contesto per facilitare gli scambi all’interno del sistema aziendale e tra le parti interessate.

Principale compito della comunicazione interna è quello di fare da snodo di informazioni e dati ma anche quello di impostare relazioni e rapporti fra i diversi soggetti interessati da essi. Ma come applicarla con gli strumenti corretti?

Una soluzione interessante per una efficace comunicazione integrata d’impresa può essere l’enterprise social network, uno strumento che si rifà ai social network maggiormente diffusi, replicando in un ambiente business i modelli che le persone utilizzano nella loro vita privata. Uno strumento che garantisce livelli di adozione elevati e si basa su concetti di comunicazione rapida, veloce e indipendente dal luogo del lavoro e dal device utilizzato. Un sistema a cui si affianca il mailing più tradizionale, che resta ancora tuttavia utilizzato, mentre riveste un ruolo centrale la diffusione delle informazioni su cloud. Ma ciò che davvero gioca un ruolo importante è il grado di employee engagement che la unified communication utilizzata riesce a garantire, a prescindere da quali siano gli strumenti utilizzati. Tra questi si possono trovare, per citare qualche esempio: una integrazione dei dispositivi aziendali con il client di posta elettronica, servizi di centralino virtuale e servizi di meeting audio/video e business messaging disponibili su ogni dispositivo e per ogni tipologia di connettività, fissa e mobile.

Comunicazione esterna: l’impresa diventa un “sistema” aperto

La comunicazione esterna, nell’ampio campo della comunicazione integrata d’impresa, si posiziona invece come un complesso di attività e flussi comunicativi che dall’organizzazione vanno verso pubblici esterni. E questi possono essere molteplici ed eterogenei: dai clienti ai fornitori, dagli stakeholders fino anche all’amministrazione pubblica.

Scegliendo strumenti e strategie adeguate si possono creare vere e proprie interazioni di successo tra l’impresa e l’esterno. Per farlo si devono sviluppare una serie di obiettivi che diventano prioritari quali: accrescere la conoscenza esterna del proprio marchio (brand awareness), ma anche veicolare storia e mission dell’azienda. Aspetti tutt’altro che marginali per il successo di una buona comunicazione.

Se poi generare lead quali l’aumento delle vendite o l’incremento del numero di clienti rappresenta una priorità, questi traguardi non possono prescindere dal diffondere anche buone prassi aziendali.

Gli strumenti per una buona comunicazione integrata d’impresa esterna sono molteplici e variano molto a seconda della tipologia dell’impresa che li adotta. Non a caso sovente ci si riferisce ad essi utilizzando l’espressione “mix”. Oggi un ruolo importante se lo ricavano i social, ma l’evolversi della tecnologia permette l’utilizzo di strumenti sempre più performati quali ad esempio i chatbot che rendono il flusso di comunicazione esterna un sistema sempre più bidirezionale e integrato: l’impresa non si limita più soltanto a comunicare in modo unidirezionale con l’esterno, poiché monitorando i flussi delle conversazioni è possibile ottenere comunicazioni di ritorno da parte di clienti, finanziatori o utenti.

  collaborazione-comunicazione-integrata