L'archivio dati e backup in Cloud per le PMI diventa sempre più importante. Le piccole attività commerciali e professionali, infatti cominciano ad essere consapevoli dell’opportunità di mettere al sicuro le proprie informazioni grazie alla creazione di un archivio dati con backup in Cloud. Le soluzioni cloud permettono infatti di effettuare un backup periodico, creando la copia di riserva di alcuni file, di un disco o di una sua parte, dei dati aziendali contenuti negli smartphone e nei tablet dei collaboratori, per poterli poi recuperare nel caso di incidente o attacco cyber. Le imprese più lungimiranti possono anche considerare l’utilità di archiviare i propri dati in cloud per potervi accedere facilmente in mobilità, da web o da PC, e per facilitare la collaborazione di persone disperse territorialmente. È dunque il momento di guardarsi intorno e verificare cosa offre il mercato.

I vantaggi di scegliere TIM per il proprio archivio dati

L’offerta di storage e backup in cloud di TIM prevede la possibilità di archiviare i dati, a partire da 500GB. Fra i principali vantaggi dell’offerta è la facilità di archiviare i file nel cloud di TIM, grazie al semplice trascinamento anche in mobilità da diversi device, e di accedere successivamente ai dati di lavoro aziendali, da qualunque luogo e da qualunque dispositivo, grazie a un app messa a disposizione da TIM. L’offerta rende inoltre facile lo scambio di file di grandi dimensioni tramite link web. La possibilità di organizzare gruppi di lavoro, a partire da tre utenti, è gestibile da una piattaforma messa a disposizione da TIM (Data Space Easy Multi). È infine disponibile una consolle di amministrazione per assegnare le risorse ai collaboratori in modo dinamico e verificare il consumo dei dati.

I vantaggi di scegliere TIM per il backup in Cloud

Il backup, indispensabile per essere certi di ripristinare (restore) la situazione precedente in caso di perdita o corruzione dei dati a seguito da attacchi cyber, virus o malfunzionamenti, può essere realizzato all’interno del servizio TIM Data Space Easy che consente di pianificare l’orario e la tipologia dei dati da salvare o scegliere il salvataggio automatico. In alternativa al classico backup si può scegliere la sincronizzazione, che allinea le cartelle del PC o del server con lo storage TIM. Questa soluzione, accanto al vantaggio di riprodurre la configurazione istantanea dei dati aziendali con quelli sul cloud TIM, presenta anche il rischio di perdere definitivamente file e cartelle eventualmente cancellate per errore.

Sicurezza garantita

La sicurezza è assicurata dalla crittografia (Advanced Encryption Standard – AES a 256 bit), uno degli standard più affidabili, che può essere reso ancora più sicuro impostando una chiave di cifratura. In ogni caso i dati viaggiano criptati fra il browser dell’utente utente e il cloud TIM, prima di essere archiviati, così che solo il proprietario dell’account possa accedervi. I dati vengono inoltre conservati nei data center sicuri di TIM situati in Italia.

Quali modalità contrattuali?

La soluzione base offre uno spazio storage di mille GB e 5 client per PC (con sistemi Windows, Mac e Linux) per il backup manuale o automatico dei dati con sincronizzazione automatica sui vari dispositivi fissi e mobili. Sono previste due modalità contrattuali: a consumo o flat. La prima prevede un costo basato sullo spazio storage effettivamente occupato e sui giorni di utilizzo delle licenze cloud, con un contributo di attivazione iniziale. La seconda modalità prevede pacchetti da mille GB di spazio (fino a un massimo di 5mila) e 5 Licenze Workstation Agent (Client per PC).

Generalmente vengono definite modalità contrattuali annuali rinnovabili automaticamente, con la possibilità per il cliente di recedere, senza oneri, tramite il portale TIM dedicato al digital store, disattivando il proprio profilo e, di conseguenza, la cessazione del servizio, l’eliminazione della disponibilità degli spazi di memorizzazione, la cancellazione dei dati.

  pmi-sicurezza-informatica